Anita - Amor, Luta e Liberdade.

Il documentario inedito Di quattro episodi ci presenta una Anita Garibaldi mai ritratta prima. La donna forte dietro il mito e l'eroina, che era 200 anni avanti rispetto a suo tempo e ha scelto di lottare per l'amore e la libertà.

Episodi

Sponsor Master

Aurora Alimentos Grupo Orbenk

Sponsor Regionali

  • Althoff
  • Unibave
  • Unimed Tubarão

Una produzione

NDTV Instituto Anita Garibaldi
Anita Garibaldi

Anita Garibaldi

Ana Maria de Jesus Ribeiro nacque a Laguna, il 30 agosto 1821. Da una famiglia umile, Aninha apprese presto il valore della libertà. All'età di 14 anni fu costretta a sposarsi, un matrimonio che non durò a lungo. All'età di 18 anni, nel 1839, con la cattura di Laguna da parte dei Farroupilhas, incontrò Garibaldi e iniziò un viaggio di battaglie e lotte che durò dieci anni. Anita combatté per la Repubblica a Santa Catarina e Rio Grande do Sul, visse in Uruguay e combatté per l'Unità d'Italia, dove morì come eroina all'età di 28 anni.

Una superproduzione NDTV per Anita Garibaldi

La produzione del documentario "ANITA: AMOR, LUTA E LIBERDADE", che ha come coordinatore generale ROBERTO BERTOLIN e direttore di produzione MARCELO CAMPANHOLO, coinvolto circa 40 PROFESSIONISTI, tra i dipendenti che già lavorano quotidianamente in NDTV Florianópolis, professionisti indipendentiche lavorano nell'industria cinematografica, ATTORI e produttori in ITALIA. Il lavoro di pre-produzione è iniziato a febbraio, con l'assunzione della giornalista, sceneggiatrice e regista Isabela Hoffmann, che ha dedicato due mesi ad un'intensa ricerca, con l'obiettivo di tracciare una linea narrativa che sarebbe l'aspetto differenziale di questa linea narrativa: la voce di Anita.

ANITA: AMOR, LUTA E LIBERDADE segnaquesta nuova fase nel lavoro del GRUPO ND. Portiamo al pubblico un nuovo prodotto, in cui combiniamo drammaturgia e linguaggio giornalistico per raccontare la traiettoria di vita dell'eroina di Santa Catarina. Nella serie documentaria IN PRIMA VISIONE nella TV, diretta da ISABELA HOFFMANN, la fotografia è stata a carico di MARCELO FEBLE, che ha contribuito con uno sguardo accurato per sintonizzare luce, colore e inquadratura. Nella produzione di palcoscenico, NELSON FÉLIX - che è anche attore e interpreta il pittore italiano Gaetano Gallino - ha portato le soluzioni e l'agilità che ogni grande produzione richiede. Per interpretare la protagonista, contiamo sull'esperienza dell'attrice LIZE SOUZA e dell'attore WELINGTON MORAES, nel ruolo di Giuseppe Garibaldi.

Leggi di più

Team

In Brasile

  • Coordinamento generale ROBERTO BERTOLIN
  • Direttore di produzione: MARCELO CAMPANHOLO
  • Sceneggiatura e regia: ISABELA HOFMANN
  • Direttore della fotografia: MARCELO FEBLE
  • Assistente di fotografia: FABIANO CRUZ
  • Assistente alla regia: NELSON FÉLIX
  • Produzione teatrale: NELSON FÉLIX
  • Assistente di produzione: JEFFERSON CARNEIRO FLORA
  • Assistente di produzione e scenografia: ROBERTO DUMMER
  • Direttore di arte: ISABELA HOFFMANN
  • Costumi: JOSÉ ALFREDO BEIRÃO
  • Trucco: ANNELIZE DARCY
  • Assistente al trucco: JANINE BARRETO LEMOS
  • Still: Fabiano Cruz
  • Direttore operativo: ADRIANA HELLER
Tutti i team
Imagem 1 - Episódio 01 - BATTESIMO DI FUOCO - Anita: Amor, luta e liberdade
Imagem 2 - Episódio 01 - BATTESIMO DI FUOCO - Anita: Amor, luta e liberdade
Imagem 3 - Episódio 01 - BATTESIMO DI FUOCO - Anita: Amor, luta e liberdade

Episodio 01

BATTESIMO DI FUOCO

L'anno è il 1845 e la scena è di tristezza a Montevideo, dove Anita visse con Garibaldi per sei anni. Giuseppe stava lottando per l'indipendenza dell'Uruguay. I ricordi del passato popolano la mente di Anita e le fanno rivivere tutta la sua traiettoria. Abbiamo viaggiato con lei in questi ricordi, quando la giovane Ana Maria de Jesus Ribeiro, all'età di 14 anni, imparò ancora la libertà e l'uguaglianza nelle conversazioni con lo zio rivoluzionario Antonio. La città di Laguna porta anche la memoria del vero amore e delle prime battaglie al fianco di Garibaldi. Alla fine del 1839, Anita lascia Laguna e parte per nuove sfide.

Assistir episódio
Imagem 1 - Episódio 02 - PRIGIONIERA, MA NON SCONFITTA - Anita: Amor, luta e liberdade
Imagem 2 - Episódio 02 - PRIGIONIERA, MA NON SCONFITTA - Anita: Amor, luta e liberdade
Imagem 3 - Episódio 02 - PRIGIONIERA, MA NON SCONFITTA - Anita: Amor, luta e liberdade

Episodio 02

PRIGIONIERA, MA NON SCONFITTA

Anita e Garibaldi lasciano Laguna e si recano sull'Altopiano del Serrano. A Curitibanos, finisce prigioniera nelle mani dell'Imperatore. Prigioniera, ma non sconfitta, riesce a fuggire e trova Garibaldi a Rio Grande do Sul. Nel 1840 nasce il primo figlio di Anita. Con la maternità, si risveglia anche il coraggio di una madre e Aninha rafforza la sua lotta per la libertà. Tuttavia, per la coppia Garibaldi le battaglie in Brasile si sono concluse. Nuovi orizzonti si presentano e altre battaglie sono tratte in terreni stranieri. Anita, Garibaldi e il piccolo Menotti partono per Montevideo nel giugno 1841. Aninha saluta il Brasile.

Assistir episódio
Imagem 1 - Episódio 03 - ROSITA - Anita: Amor, luta e liberdade
Imagem 2 - Episódio 03 - ROSITA - Anita: Amor, luta e liberdade
Imagem 3 - Episódio 03 - ROSITA - Anita: Amor, luta e liberdade

Episodio 03

ROSITA

La vita in Uruguay fu uno dei periodi più lunghi quando Anita era lontana dal campo di battaglia. In Uruguay, nel 1842, sposò Garibaldi. A Montevideo, la famiglia ha vissuto un periodo di estrema povertà. Le riunioni politiche sono avvenute spesso alla casa di Anita, ma nel buio poiché non avevano candele. I leader rivoluzionari provenienti dall'Italia e da altri paesi cercavano Garibaldi e Anita partecipò agli incontri. Fu nelle terre uruguaiane e in compagnia di questi amici che Aninha imparò la cultura, la letteratura e anche altre lingue. Aninha si è sviluppata in questi anni come donna, madre, moglie e come persona.

Assistir episódio
Imagem 1 - Episódio 04 - MADRE DELLA PATRIA ITALIANA - Anita: Amor, luta e liberdade
Imagem 2 - Episódio 04 - MADRE DELLA PATRIA ITALIANA - Anita: Amor, luta e liberdade
Imagem 3 - Episódio 04 - MADRE DELLA PATRIA ITALIANA - Anita: Amor, luta e liberdade

Episodio 04

MADRE DELLA PATRIA ITALIANA

Nel dicembre 1847 Anita attraversò l'oceano in Italia. Lei andò in Italia prima di davanti a Garibaldi per sentire il clima politico in Europa ed è stata ben accolta a Genova. Le battaglie per l'unificazione italiana si intensificarono con l'arrivo di Giuseppe. Nel febbraio 1849 lei presenziò alla proclamazione della Repubblica Romana in Piazza del Popolo, ma è stata una conquista che non durò a lungo. Ancora una volta, Anita, incinta del suo quinto figlio, era a rischio nella sua fuga e nella lotta per la libertà. Non superò alla malaria e morì a Mandriole il 4 agosto 1849. I suoi resti si trovano a Roma, dove fu eretto un monumento in suo onore.

Assistir episódio
Guerreira das Repúblicas e da Liberdade

Libro

Guerriera delle repubbliche e della libertà

Opera biografica scritta da Adílcio Cadorin e che si trova nella quinta edizione. Il libro copre episodi della traiettoria di Anita Garibaldi e porta nuovi fatti sulla sua storia.

Comprar agora

MUSICA - ANITA VALENTE

"Lei è semplice e forte" non è solo il coro del brano che scandirà il documentario Anita: Amor, Luta e Liberdade. La frase riassume importanti caratteristiche dell'eroina di Santa Catarina. Anita Valente è composta da Vanere Rocha - che interpreta anche la musica - e fa parte di un progetto di dieci composizioni in celebrazione del bicentenario di Anita Garibaldi. Gli arrangiamenti sono stati realizzati dal produttore Fernando Ilibio, che ha dato la priorità agli strumenti acustici. L'ispirazione, secondo l'autrice, arrivò al mattino presto quando si svegliò e, dal nulla, arrivò la canzone, che lei presto ha messo su carta.. Con i testi, Vanere vuole trasmettere alle donne che "non sono sole e che possono combattere i pregiudizi con la forza, ispirate da Anita".

Tutto su Anita Garibaldi: